Museo del Tesoro della Basilica Liberiana

Untitled Document | Italiano | English | Francais | Español |
Vai ai contenuti

Menu principale:

...

Il Museo è aperto tutti i giorni, incluse le domeniche e le festività, dalle ore 9:30 alle ore 18:30.

La Basilica di Santa Maria Maggiore ha origini antichissime: viene edificata, infatti, da Papa Sisto III nel 432 d. C. dopo  il Concilio di Efeso dell’anno precedente. In quella occasione venne proclamato il dogma della Theotòkos, ovvero della maternità divina di Maria, e in seguito a ciò il Papa volle che fosse fondata una chiesa dedicata esclusivamente alla Vergine Madre di Dio.

Clicca qui  per saperne di più.

Il Museo, inaugurato dal Santo Padre Giovanni Paolo II, è composto da otto sale in cui sono esposti gli oggetti più preziosi appartenenti alla Basilica Liberiana: dipinti, libri e oggetti liturgici, reliquiari, ostensori e calici, progetti e opere di Gian Lorenzo Bernini.

Clicca qui  per saperne di più.

La Loggia è un'opera magnifica di Ferdinando Fuga (1741), esposta a mezzogiorno con portico acinque aperture in basso e tre nella loggia superiore. Si posa sui mosaici di filippo Rusuti dell'antica facciata del XIII secolo. Alla loggia si accede esclusivamente attraverso apposita visita guidata.

Clicca qui  per saperne di più.

Rassegna Stampa

19.06.2014 Corriere della Sera (ed._Roma) p.03
Mosaici, domus e un enigma: al via le visite serali

20.06.2014 Il Messaggero (ed nazionale) p.50
Itinerari - I segreti della Basilica del Papa

19.06.2014 Il Tempo (ed. Roma) p. 67

L'enigma "magico" nella Basilica del Papa


La Sala dei Papi, realizzata da Paolo V,  è adornata dalla "Processione di S.Carlo Borromeo" del Muratori e dai ritratti di papi legati alla Basilica. Negli armadi sono custoditi: codici liturgici del XV sec., il libro d'oro del Giubileo 2000, paramenti sacri e le lettere di S.Pietro nella copia del Papiro Bodmer VIII.

Clicca qui  per saperne di più.

Nel sito archeologico, posto sotto la Basilica Papale di Santa Maria Maggiore, è possibile scoprire interessanti reperti di epoca romana: un raro calendario ad affresco, i resti di una domus (I - IV sec. d.C), un esemplare del "Quadrato magico del Sator", interessaanti testimonianze della basilica paleocristiana.

Clicca qui  per saperne di più.

L’oro nei secoli dalla Collezione Castellani

Nell'ambito della mostra allestita nella basilica di San Francesco ad Arezzo, negli spazi restaurati in occasione dell’anniversario vasariano, è esposto il calice in oro e gemme realizzato da Fortunato Pio Castellani nel 1845. Il calice appartiene al Museo del Tesoro Liberiano.
Durata della mostra: dal 16 aprile al 2 novembre 2014.

Immagine dell'opera.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu